Scuola territoriale della Camera Penale di Trento Michele Pompermaier

La Scuola Territoriale della Camera Penale di Trento M. Pompermaier e il 
Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trento hanno inteso organizzare un nuovo 
Corso biennale per la formazione dell’Avvocato penalista nell’anno 2014-2015. 
Il Corso inizierà il 12 aprile 2014. 
Il programma del Corso sarà conforme a quanto previsto dal Regolamento 
dell’Unione delle Camere Penali ai fini del riconoscimento del titolo di specialista 
(seppur in assenza, ancora ad oggi, dei Regolamenti attuativi del CNF relativi alla 
nuova Legge Professionale). 
La positiva frequentazione del Corso ed il buon esito della prova finale 
permetteranno altresì l’iscrizione nell’elenco dei difensori d’ufficio. 
Nell’anno 2014 si svolgerà il modulo di Procedura Penale. Nell’anno 2015 il 
modulo di Diritto Penale sostanziale. 
Per ciascun modulo il Consiglio dell’Ordine riconoscerà il n. di 24 crediti valevoli 
per la formazione permanente dell’Avvocato. 
Il Corso prevede la partecipazione di numero massimo di 60 Iscritti; precedenza 
avranno i Colleghi Avvocati del Foro di Trento (rispetto ai Fori di Bolzano e Rovereto) 
e successivamente i praticanti trentini e non. 
In allegato alla presente si può scaricare la domanda di pre-iscrizione da 
presentarsi entro e non oltre il giorno 25 marzo 2014 . La domanda compilata potrà 
essere inviata all’indirizzo della Scuola Forense (segreteria@scuolaforense.it). 
Seguirà la procedura di iscrizione. 
Il costo dell’intero Corso ammonta ad €. 300,00 oltre IVA. 
Per chi fosse interessato seguiranno all’esito della raccolta delle pre-iscrizioni 
dettagliati chiarimenti. 

CORSO DI FORMAZIONE TECNICA E DEONTOLOGICA DELL’AVVOCATO PENALISTA PER L’ABILITAZIONE ALLA DIFESA D’UFFICIO BIENNIO 2018/2019

  

INIZIO PREISCRIZIONI: 23 APRILE 2018

FINE PREISCRIZIONI: ORE 12:00 DEL 02 MAGGIO 2018

INIZIO DEL CORSO: 05 MAGGIO 2018

FINE DEL CORSO: SETTEMBRE 2019

 

La Camera Penale “Michele Pompermaier”, unitamente al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trento, organizza per il biennio 2018/2019 il corso di formazione tecnica e deontologica del difensore penalista in conformità al Decreto legislativo n. 6 del 30 gennaio 2015 (Riordino della disciplina della difesa d’ufficio) ed al Regolamento CNF del 22 maggio 2015 (Regolamento per la tenuta e l’aggiornamento dell’elenco unico nazionale degli avvocati iscritti negli albi disponibili ad assumere la difesa d’ufficio).

Il corso, aperto ad avvocati e praticanti anche appartenenti a Fori diversi da quello di Trento, avrà durata biennale e si articolerà in 25 lezioni (della durata ciascuna di 3 ore) e 5 simulazioni (anch’esse della durata di 3 ore) per almeno complessive 90 ore e si terrà presso la Scuola Forense di Trento (Via Carlo Dordi n. 8) e presso l’Aula della Corte d’Assise (Largo Pigarelli n. 1).

Eventuali spostamenti della sede di singole lezioni saranno comunicati volta per volta. 

Il numero massimo gestibile di iscritti viene valutato in circa 50 unità. Sono previsti 3 tutors, nominati con delibera del Direttivo della Camera Penale di Trento (avv. Teresa Gentilini, avv. Giuseppe Ghezzer, avv. Giulia Pederzolli).

È stato richiesto l’accreditamento di crediti formativi in materia deontologica e di diritto penale (primo anno) ed in materia di procedura penale (secondo anno); a fine Corso sarà rilasciato a ciascun Partecipante attestato di frequenza alle condizioni specificamente indicate nel regolamento.

La quota di iscrizione è pari ad euro 400,00 oltre IVA per gli avvocati ed euro 200,00 oltre IVA per i praticanti.

L’accesso alle lezioni sarà consentito solo dopo il perfezionamento del pagamento, che potrà avvenire a mezzo bonifico bancario alle seguenti coordinate: c/c intestato a Ordine degli Avvocati di Trento – Scuola Forense, IBAN: IT60R0830401813000013325786.

Gli interessati al corso potranno preiscriversi dal 23 aprile 2018 fino alle ore 12:00 del 2 maggio 2018, compilando e inviando l’allegato modulo di iscrizione al seguente indirizzo e-mail: scuolacamerapenaletn@virgilio.it. La preiscrizione si perfezionerà solo con il versamento dell’importo di cui sopra; si prega pertanto di allegare alla domanda di preiscrizione prova dell’avvenuto versamento della quota medesima.

Per maggiori informazioni si rinvia al Regolamento del Corso.

Le lezioni avranno ad oggetto le seguenti materie: diritto penale, diritto processuale penale, deontologia forense, cenni di diritto penale europeo, diritto penitenziario, misure di prevenzione personali e patrimoniali.

Il corso, a carattere prevalentemente pratico, si propone di riservare, anche attraverso simulazioni processuali, particolare attenzione alle scelte difensive ed ai più recenti orientamenti giurisprudenziali e dottrinali.

La frequenza al corso è obbligatoria; le presenze al corso saranno documentate mediante sottoscrizione di apposito registro e le assenze non dovranno superare il 20% delle ore in cui è strutturato il corso stesso. Sono previste verifiche intermedie; la partecipazione degli iscritti alla verifica intermedia costituisce condizione necessaria per l’ammissione all’esame finale. 

A conclusione del biennio, il corsista dovrà sostenere e superare un esame finale, consistente in una prova orale avente ad oggetto le materie del corso. L’esame dovrà, comunque, essere sostenuto entro due anni dal termine del corso stesso.

Il positivo superamento dell’esame finale darà diritto al rilascio dell’attestato di frequenza al corso. L’attestato di frequenza avrà validità di due anni dal rilascio ai fini dell’iscrizione all’Elenco Unico Nazionale dei Difensori d’Ufficio.

Le schede d’iscrizione, il regolamento ed il programma del corso si possono consultare sul sito della Camera Penale (http://www.camerapenaletrento.it) e del Consiglio dell’Ordine (http://www.ordineavvocatitrento.it) nonché negli spazi di affissione informativa nelle varie sedi giudiziarie interessate.

  IL RESPONSABILE DELLA SCUOLA TERRITORIALE

 DELLA CAMERA PENALE “M. POMPERAMIER”

 Avv. Paolo DEMATTÈ

  locandina-inaugurazione-Corso2.pdf

Regolamento-Corso.pdf

Modulo-di-iscrizione.pdf

Calendario-Scuola-ANNO-2018.pdf

***

Corso biennale per la formazione dell’Avvocato penalista nell’anno 2014-2015

La Camera penale di Trento, attraverso la Scuola Territoriale, unitamente al Consiglio dell'Ordine degli Avocati di Trento, nell’ottica del garantire l’accesso alle liste dei Difensori d’Ufficio e così nell’intendimento di contribuire alla formazione specialistica del penalista ha organizzato anche per il biennio 2014 / 2015, il “Corso di Formazione in Diritto e Procedura Penale – Tecniche e strategie difensive, profili deontologici” (termine per la preiscrizione: 25 marzo 2014)

 Il Corso inizierà il 12 aprile 2014. 

Il programma del Corso sarà conforme a quanto previsto dal Regolamento dell’Unione delle Camere Penali ai fini del riconoscimento del titolo di specialista (seppur in assenza, ancora ad oggi, dei Regolamenti attuativi del CNF relativi alla nuova Legge Professionale). 

La positiva frequentazione del Corso ed il buon esito della prova finale permetteranno altresì l’iscrizione nell’elenco dei difensori d’ufficio. 

Nell’anno 2014 si svolgerà il modulo di Procedura Penale. Nell’anno 2015 il modulo di Diritto Penale sostanziale. 

Per ciascun modulo il Consiglio dell’Ordine riconoscerà il n. di 24 crediti valevoli per la formazione permanente dell’Avvocato. 

Il Corso prevede la partecipazione di numero massimo di 60 Iscritti; precedenza avranno i Colleghi Avvocati del Foro di Trento (rispetto ai Fori di Bolzano e Rovereto) e successivamente i praticanti trentini e non. 

In calce alla presente si può copiare la domanda di pre-iscrizione da presentarsi entro e non oltre il giorno 25 marzo 2014 . La domanda compilata potrà essere inviata all’indirizzo della Scuola Forense (segreteria@scuolaforense.it). 

Seguirà la procedura di iscrizione. 

Il costo dell’intero Corso ammonta ad €. 300,00 oltre IVA. 

Per chi fosse interessato seguiranno all’esito della raccolta delle pre-iscrizioni dettagliati chiarimenti

 

SEZIONE PENALE

Lezione I

ELEMENTO SOGGETTIVO DEL REATO

Dolo – dolo eventuale – compatibilità tra dolo eventuale e tentativo – dolo eventuale e colpa cosciente – dolo alternativo – dolo specifico

 

 

Prof. Alfonso Maria Stile

Avv. Carla Mnaduchi

Lezione II

ELEMENTO OGGETTIVO DEL REATO

La prova del nesso causale (le teorie della causalità – la causalità omissiva – approfondimenti pratici)

Tipicità – tassatività –  tempus

 

Avv. Nicola Stolfi

Avv. Giuliano Valer

LEZIONE III

Laboratorio – esercitazione

Simulazione processuale: gli iscritti discuteranno un caso simulando un processo con Pubblico Ministero imputato parte civile relativo ai profili di cui alle lezioni II e III

 

Lezione IV

FORME DI MANIFESTAZIONE DEL REATO E CAUSE ESTINTIVE

Tentativo - Cause estinzione del reato

Avv. Monica Baggia

Avv. Marco Mayr

Lezione V

ELEMENTO SOGGETTIVO DEL REATO

La colpa – la colpa professionale del medico – l’accertamento della colpa – il problema del nesso causale – l’attività d’equipe – la colpa da infortunio sul lavoro e malattie professionali – il problema della delega di funzioni – la colpa da circolazione stradale

 

Prof. Alessandro Melchionda

Avv. Paolo Demattè

Lezione VI

Laboratorio – esercitazione

Simulazione processuale su un caso di responsabilità colposa

 

Lezione VII

Laboratorio

Due moduli:

Reati tributari

Prof. Avv. Lorenzo Imperato

Prof. Avv. Giovanni Moschetti

Avv. Maddalena Mottes

 

Lezione VIII

FORME DI MANIFESTAZIONE DEL REATO E CAUSE ESTINTIVE

Concorso di persone – Concorso di reati

 

Prof. Avv. Filippo Sgubbi

 

Lezione IX

ANTIGIURIDICITA’ E CAUSE DI GIUSTIFICAZIONE

Scriminanti in generale – il consenso dell’avente diritto – l’omicidio del consenziente – l’esercizio di un diritto – diritto di cronaca e diritto di critica – la legittima difesa – le scriminanti non codificate

 

Avv. Sara Morolli

Avv. Elena Mattevi

 

Lezione X

LA SANZIONE PENALE

Computo – Circostanze – Recidiva – Sanzioni accessorie – Sanzioni sostitutive – Misure di sicurezza personali, patrimoniali, sanzioni amministrative

Magistrato dott. Marco Gallina

Avv. Nicola Stolfi

Lezione XI

Laboratorio – esercitazione

Si discuterà un caso che comporta problemi attinenti alla sanzione penale

 

Lezione XII

LA DIFESA DEL CITTADINO NON COMUNITARIO – T.U. STRANIERI

Avv. Andrea de Bertolini

Avv. Giuliano Valer

 

Lezione XIII

DOLO EVENTUALE

 

Relatore da individuare

Lezione XIV

I REATI IN TEMA DI SICUREZZA SUL LAVORO

La sicurezza sul lavoro

 

Magistrato di Cassazione

Dott. Rocco Blaiotta

Avv. Paolo Demattè

Lezione XV

I REATI IN MATERIA DI STUPEFACENTI

 

Avv. Nicola Canestrini

Avv. Filippo Fedrizzi

 

Lezione XVI

I DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO E CONTRO LA PERSONA e relativi alle

ARMI

Avv. Nicola Stolfi

Avv. Andrea de Bertolini

Avv. Giuliano Valer

Avv. Andrea Antolini

 

Lezione XVii

I REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

 

Prof. Gabriele Fornasari

 

Lezione XVIII

Deontologia del penalista

Relatore da individuare

 

 

 

 

 

 

SEZIONE PROCEDURA PENALE

LEZIONE I

LA.P.E.C.

Esame e controesame

La formazione della prova orale tra legge e prassi

 

12.04.2014

avv. Ettore Randazzo

dott. Michele Consiglio

G.U.P. presso il Tribunale di Siracusa

dott. Marco Gallina

Sostituto Procuratore Tribunale Trento

LEZIONE II

Laboratorio – esercitazione

Tecniche dell’esame e del controesame. Dalla teoria alla prassi. Esercitazione relativa anche ai profili di legittimità della formazione della prova orale nel dibattimento, con il relativo corredo di interventi ed eccezioni possibili

9.05.2014

avv. Nicola Stolfi

avv. Paolo Demattè

avv. Andrea de Bertolini

LEZIONE III

DEONTOLOGIA FORENSE

Principi generali di deontologia (la deontologia e il codice deontologico)

Il rapporto dell’avvocato con il cliente (la nomina fiduciaria in sostituzione di quella ufficiosa – il subentro nella difesa – la rinuncia al mandato)

Il colloquio con l’assistito detenuto – il dovere di informazione – il dovere di riservatezza – i profili deontologici nella difesa d’ufficio e nel patrocinio a spese dello stato per i non abbienti

La deontologia nelle investigazioni difensive – il rapporto dell’avvocato con i colleghi (la nomina fiduciaria in sostituzione di quella ufficiosa – il subentro nella difesa – la rinuncia al mandato) – i rapporti dell’avvocato con i magistrati, con il personale di cancelleria e con la polizia giudiziaria – i rapporti dell’avvocato con la stampa

16.05.2014

avv. Gianni Morrone

del Foro di Padova

LEZIONE IV

IL PROCEDIMENTO AVANTI AL GIUDICE DI PACE

fase procedimentale

fase processuale

definizioni alternative

 

 

6.06.2014

avv. dott. Mancini

Giudice di Pace di Riva del Garda

avv. Stefano Daldoss

 

 

LEZIONE V

LE INDAGINI PRELIMINARI: LO SVILUPPO E LA CONCLUSIONE

·         Primo incontro:

durata delle indagini

archiviazione

·         Secondo incontro:

avviso conclusione indagini

udienza preliminare.  epiloghi e adempimenti

LE INDAGINI PRELIMINARI: LE ATTIVITA’

·         Primo incontro: l’acquisizione degli elementi di prova

Pubblico Ministero / Polizia Giudiziaria

Incidenti di giurisdizione: incidente probatorio

·         Secondo incontro: segue incidenti giurisdizione e persona sottoposta ad indagine

Procedimenti pre-cautelari e cautelari (art. 13 Cost.)

Impugnazione cautelare (personale e reale)

Intercettazioni (art. 15 Cost.)

20.06.2014

Avv. Mario Bazzani

Avv. Roberto Bertuol

Avv. Nicola Stolfi

LEZIONE VI

Laboratorio – esercitazione

L’incontro è volto alla soluzione di casi pratici che possono presentarsi di fronte al Giudice di Pace.

Nella seconda parte si affronteranno problemi pratici di deontologia.

Nella terza parte verranno proposti quesiti da risolvere relativi ai contenuti della quinta lezione (profili di nullità – inutilizzabilità – forme e tempi delle relative eccezioni)

21.06.2014

LEZIONE VII

RITI ALTERNATIVI

·         Primo incontro:

giudizio abbreviato

·         Secondo incontro:

“Patteggiamento”

·         Terzo incontro:

Decreto Penale di Condanna

·         Quarto incontro:

giudizio immediato

4.07.2014

Avv. Nicola Stolfi

Avv. Andrea de Bertolini

LEZIONE VIII

Laboratorio – esercitazione

Strategia difensiva

5.07.2014

Lezione IX

DIFESA D’UFFICIO E PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

 

 

Avv. Marco Fazzini

 

Lezione X

L’EPILOGO DEL DIBATTIMENTO

·         Primo incontro:

Discussione

Decisione di primo grado: esiti ed efficacia

 

 

Magistrato

dott. Enrico Borrelli

 

Lezione XI

… laboratorio

Un modulo:

L’argomentazione, l’oratoria e la persuasione

 

 

avv. Domenico Carponi Schittar

 

Lezione XII

ESERCITAZIONI

 

Avv. Nicola Stolfi

Avv. Andrea de Bertolini

Lezione XIII

Processo CEDU

 

Sono quattro lezioni che tratteranno sia di diritto processuale che di diritto sostanziale.

Vista l’intrinseca connessione dei vari aspetti sono inserite in blocco all’interno del modulo della procedura penale.

I relatori sono ancora da designare, ma attualmente sono in corso i contatti per avere i professori Viganò, Manes, l’ex Giudice Zagrebelsky, unitamente ad altri docenti tra i quali sin d’ora si segnala l’avv. Nicola Canestrini.

 

 

Lezione XIV

FONTI SOVRANAZIONALI E DIRITTO INTERNO

Lezione XV

FONTI SOVRANAZIONALI E PROBLEMI APPLICATIVI

Lezione XVI

ESERCITAZIONE

 

Lezione XVII

LA MAGISTRATURA DI SORVEGLIANZA

·         Primo incontro:

Magistrato di Sorveglianza

Tribunale di Sorveglianza

Impugnazioni

 

Avv. Anna Maria Alborghetti

Avv. Paola Menaldo

LEZIONE XVIII

ESERCITAZIONE

 

LEZIONE XVIIII

DEONTOLOGIA DEL PENALISTA

Avv. Adolfo de Bertolini

 

 

***

 

programma del corso 2011/2012

 

Di seguito il programma di massima del Corso, programma che potrà subire variazioni anche in ragione della disponibilità dei relatori: 

DIRITTO E PROCEDURA PENALE TECNICHE E STRATEGIE DIFENSIVE

PROFILI DEONTOLOGICI

 

PER LA PREPARAZIONE E LA SPECIALIZZAZIONE

DELL’AVVOCATO PENALISTA

Il corso viene istituito per la preparazione degli avvocati penalisti e si avvale delle competenze di numerosi docenti provenienti dai settori dell’avvocatura, dell’università e della magistratura.

Le lezioni si svolgono nel pomeriggio del venerdì, dalle 14.30 alle 18.30, due volte al mese.

Sono previsti 5 laboratori che si svolgono nella giornata del sabato.

La frequenza è obbligatoria.

Il programma è di massima articolato come  segue:

SEZIONE DIRITTO PENALE

Lezione I

ELEMENTO OGGETTIVO DEL REATO

La prova del nesso causale (le teorie della causalità – la causalità omissiva – approfondimenti pratici)

Tipicità – tassatività – tempus

25.03.2011

 

Avv. Berardi

Avv. Umberto de Luca

Avv. Caruso

Lezione II

ANTIGIURIDICITA’ E CAUSE DI GIUSTIFICAZIONE

Scriminanti in generale – il consenso dell’avente diritto – l’omicidio del consenziente – l’esercizio di un diritto – diritto di cronaca e diritto di critica – la legittima difesa – le scriminanti non codificate

 

8.04.2011

 

Avv. Elena Mattevi

Avv. Sara Morolli

Lezione III

ELEMENTO SOGGETTIVO DEL REATO

Dolo – dolo eventuale – compatibilità tra dolo eventuale e tentativo – dolo eventuale e colpa cosciente – dolo alternativo – dolo specifico

 

15.04.2011

 

Prof. Alfonso Maria Stile

Avv. Carla Manduchi

Lezione IV

ELEMENTO SOGGETTIVO DEL REATO

La colpa – la colpa professionale del medico – l’accertamento della colpa – il problema del nesso causale – l’attività d’equipe – la colpa da infortunio sul lavoro e malattie professionali – il problema della delega di funzioni – la colpa da circolazione stradale

6.05.2011

 

Prof. Alessandro Melchionda

Dott. Giovanni Dies

Lezione V

FORME DI MANIFESTAZIONE DEL REATO E CAUSE ESTINTIVE

Concorso di persone – Concorso di reati

 

20.05.2011

 

Prof. Filippo Sgubbi

Avv. Monica Baggia

 

Primo laboratorio

Due moduli:

Reati fallimentari e fiscali

 

21.05.2011

 

Avv. Maddalena Mottes

Prof. Alessio Lanzi

Prof. Paolo ldrovandi

 

Lezione VI

FORME DI MANIFESTAZIONE DEL REATO E CAUSE ESTINTIVE

Tentativo - Cause estinzione del reato

 

10.06.2011

 

Avv. Marco Maier

Avv. Petrelli

 

Lezione VII

LA SANZIONE PENALE

Computo – Circostanze – Recidiva – Sanzioni accessorie – Sanzioni sostitutive – Misure di sicurezza personali, patrimoniali, sanzioni amministrative

 

24.06.2011

 

Dott. Marco Gallina

Avv. Stefano Frizzi

 

Lezione VIII

I DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO E CONTRO LA PERSONA

 

 

1.07.2011

 

Dott. Guglielmo Avolio

Avv. Alberto Valenti

 

Lezione IX

LA DIFESA DEL CITTADINO NON COMUNITARIO – T.U. STRANIERI

 

8.07.2011

 

Avv. Andrea de Bertolini

Avv. Giuliano Valer

Lezione X

LA RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDICHE ex D.Lvo 231/2001

 

9.07.2011

 

Avv. Daniele Ripamonti

 

Lezione XI

I REATI URBANISTICO AMBIENTALI

 

16.09.2011

 

Avv. Luigi de Finis

Avv. Lodovica Giorgi

Dott. Corrado Pascucci

 

Lezione XII

I REATI IN TEMA DI SICUREZZA SUL LAVORO

 

30.09.2011

 

Avv. Paolo Demattè

Avv. Angelica Domenichelli

 

Lezione XIII

I REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

 

7.10.2011

Prof. Gabriele Fornasari

 

Lezione XIV

I REATI IN MATERIA DI STUPEFACENTI

 

21.10.2011

 

Avv. Nicola Canestrini

Avv. Filippo Fedrizzi

 

SEZIONE PROCEDURA PENALE

Lezione XV

LE INDAGINI PRELIMINARI: LE ATTIVITA’

  • Primo incontro: l’acquisizione degli elementi di prova

Pubblico Ministero / Polizia Giudiziaria

Incidenti di giurisdizione: incidente probatorio

  • Secondo incontro: segue incidenti giurisdizione e persona sottoposta ad indagine

Procedimenti pre-cautelari e cautelari (art. 13 Cost.)

Impugnazione cautelare (personale e reale)

Intercettazioni (art. 15 Cost.)

 

11.11.2011

 

Avv. Beniamino Migliucci

Avv. Federico Fava

Avv. Claudio Botti

 

 

Secondo laboratorio

Indagini difensive

Due moduli:

ruolo del difensore tecniche di redazione

391 bis e ter

391 quater documentali

391 sexies locali

 

12.11.2011

 

Avv. Renato Borzone

Avv. Nicola Stolfi

Lezione XVI

LE INDAGINI PRELIMINARI: LO SVILUPPO E LA CONCLUSIONE

  • Primo incontro:

durata delle indagini

archiviazione

  • Secondo incontro:

avviso conclusione indagini

udienza preliminare. epiloghi e adempimenti

25.11.2011

 

Dott. Michele Maria Benini

Avv. Filippo Giunchedi

Lezione XVII

RITI ALTERNATIVI

  • Primo incontro:

giudizio abbreviato

  • Secondo incontro:

“Patteggiamento”

Decreto Penale di Condanna

2.12.2011

 

Prof. Antonio Fragasso

Avv. Roberto Bertuol

LEZIONE XVIII

LA COGNIZIONE: giudizio monocratico e giudizio collegiale

  • Primo incontro:

atti preliminari

atti introduttivi sino alla apertura del dibattimento

costituzione delle parti: imputato, parte civile, responsabile civile

  • Secondo incontro:

eccezioni preliminari: atti propulsivi, competenza, fascicolo e dibattimento

  • Terzo incontro:

atti introduttivi successivi: richiesta prove

istruzione dibattimentale

modifiche dell’imputazione

 

 

16.12.2011

 

Avv. Valerio Spigarelli

Avv. Ettore Randazzo

Avv. Letizia Galati

Avv. Garipoli

+1

Terzo laboratorio

LA.P.E.C.

Esame e controesame

Due moduli:

Tecniche di escussione

Eccezioni

Psicologia del teste

persona offesa e minore

 

 

17.12.2011

 

Avv. Valerio Spigarelli

Avv. Ettore Randazzo

Avv. Letizia Galati

Avv. Garipoli

+1

 

Lezione XIX

LE MECCANICHE DI ANTICIPAZIONE DEL DIBATTIMENTO

  • Primo incontro:

Giudizio Direttissimo

Giudizio Immediato

13.01.2012

 

Avv. Mario Bazzani

Avv. Andrea Tomasi

Lezione XX

L’EPILOGO DEL DIBATTIMENTO

  • Primo incontro:

Discussione

Decisione di primo grado: esiti ed efficacia

 

27.01.2012

 

dott. Enrico Borrelli

avv. Pontalti

 

Quarto laboratorio

Un modulo:

L’argomentazione, l’oratoria e la persuasione

 

28.01.2012

 

avv. Domenico Carponi Schittar

 

Lezione XXI

IL PROCEDIMENTO AVANTI AL GIUDICE DI PACE

  • Primo incontro:

fase procedimentale

fase processuale

definizioni alternative

 

10.02.2012

 

Avv. Elena Biaggioni

Avv. Stefano Daldoss

 

 

 

Lezione XXII

LE IMPUGNAZIONI

  • Primo incontro: l’Appello

Motivi di impugnazione (critica del rito, critica prove, critica decisione)

Giudizio di appello

Cassazione

 

17.02.2012

 

Prof. Gian Domenico Ferrua

Prof. Marcello Busetto

 

Quinto laboratorio

Un modulo: CEDU e applicazione interna dei principi comunitari

 

18.02.2012

 

Avv. Mauro Bondi

+1

 

Lezione XXIII

INCIDENTI DI ESECUZIONE E CASELLARIO GIUDIZIALE

  • Primo incontro:

funzione Pubblico Ministero

oggetti del procedimento

2.03.2012

 

Avv. Mario Murgo

Prof. Pier Maria Corso

Lezione XXIV

LA MAGISTRATURA DI SORVEGLIANZA

  • Primo incontro:

Magistrato di Sorveglianza

Tribunale di Sorveglianza

Impugnazioni

16.03.2012

 

Dott. Ettore Di Fazio

Avv. Anna Maria Alborghetti

Avv. Paola Menaldo

Lezione XXV

DIFESA D’UFFICIO E PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

  • Primo incontro:

disciplina

Regolamento deontologico

30.03.2012

 

Avv. Monica Gazzola

Avv. Patrizia Corona

Lezione XXVI

DEONTOLOGIA FORENSE

Principi generali di deontologia (la deontologia e il codice deontologico)

Il rapporto dell’avvocato con il cliente (la nomina fiduciaria in sostituzione di quella ufficiosa – il subentro nella difesa – la rinuncia al mandato)

Il colloquio con l’assistito detenuto – il dovere di informazione – il dovere di riservatezza – i profili deontologici nella difesa d’ufficio e nel patrocinio a spese dello stato per i non abbienti

13.04.2012

 

Avv. Marco Stefenelli

Avv. Lorenzo Zilletti

Lezione XXVII

DEONTOLOGIA FORENSE

La deontologia nelle investigazioni difensive – il rapporto dell’avvocato con i colleghi (la nomina fiduciaria in sostituzione di quella ufficiosa – il subentro nella difesa – la rinuncia al mandato) – i rapporti dell’avvocato con i magistrati, con il personale di cancelleria e con la polizia giudiziaria – i rapporti dell’avvocato con la stampa

20.04.2012

 

Avv. Gianni Morrone

Avv. Adolfo de Bertolini

VERIFICA FINALE

21.05.2012

 

 

ESAME FINALE

Alla conclusione del Corso di Formazione si svolgerà l’esame finale, nei termini e nei modi stabiliti dal Direttivo della Scuola.

L’esito positivo della verifica finale darà diritto all’iscrizione alle liste dei difensori d’ufficio per gli avvocati dell’Ordine di Trento, oltre che all’attestato di frequenza del 1° Master della Scuola territoriale.

 

 

 

 

 

TASSA DI ISCRIZIONE

La tassa di iscrizione è di € 350,00 oltre I.V.A..

 

CREDITI FORMATIVI

La partecipazione al corso darà diritto al riconoscimento ed attribuzione di 24 crediti formativi annuali